Una dieta equilibrata per perdere qualche chilo di troppo

La prova costume si avvicina, tra un paio di mesi dovremo rispolverare i costumi ed archiviare definitivamente jeans e maglie pesanti, in favore di top e shorts. E ogni prova costume che si rispetti viene quasi sempre accompagnata da considerazioni negative circa il proprio aspetto fisico: la pancia, le cosce grosse, la cellulite. E così impazzano sul web e non solo una serie di diete che promettono risultati strabilianti in tempi minimi, dell’ordine di 4 chili a settimana. Una tale perdita di peso è possibile, ma il calo non riguarderà la massa grassa, bensì la massa muscolare (che pesa più di quella grassa) e i liquidi. Così, una volta terminata la drastica dieta, ci si ritrova quasi subito a riprendere tutti i chili apparentemente persi, spesso con tanto di interessi, senza considerare i problemi di salute che possono derivare da diete troppo drastiche e squilibrate: un esempio per tutte le diete super proteiche, dei veri e propri killer per i nostri reni; inoltre, una dieta che riduce troppo le calorie giornaliere assunte ( in una dieta equilibrata e sana non bisognerebbe mai scendere al di sotto delle 1200 ) rischia di compromettere seriamente la funzionalità del nostro metabolismo.

Una dieta, per essere equilibrata, deve garantire l’apporto di tutte le sostanze nutritive fondamentali per il corretto funzionamento del nostro organismo: carboidrati, proteine, grassi, vitamine, minerali. La perdita di peso, per essere duratura e per andare ad intaccare la massa grassa e non quella magra, dovrebbe essere di circa 1 chilo a settimana, cioè 4 chili al mese. Le calorie, come già detto, non dovrebbero scendere sotto le 1200 giornaliere. Il consumo di almeno 2 litri di acqua al giorno risulta fondamentale non solo per vedere ridursi gradualmente la tanto odiata cellulite, ma anche per depurarsi dalle tossine accumulate nell’organismo.

Ma qual è, allora, una dieta che consenta di perdere peso rimanendo in salute? Se non si hanno particolari problemi di salute che richiedono sempre l’intervento di un medico, perdere qualche chilo di troppo non è un’impresa difficile, ma necessita di impegno e costanza.

Se il buongiorno si vede dal mattino, una buona dieta parte dalla colazione, che non andrebbe mai saltata, in quanto consente al nostro metabolismo di attivarsi. A colazione, inoltre, ci si può permettere qualche sfizio in più, che bruceremo sicuramente nel resto della giornata, come una brioche o una fetta di crostata accompagnata da latte, caffè, tè o yogurt. Se optate per il tè, nelle diete è consigliabile assumere quello verde, che possiede spiccate proprietà depurative e diuretiche.

Per mantenere al massimo il metabolismo, è consigliabile mangiare ogni 3 ore circa, quindi è preferibile fare uno spuntino leggero come un frutto o un pacchetto di cracker a metà mattina.

A pranzo non devono mancare i carboidrati, che non andrebbero invece assunti dopo le ore 17:00. Pasta e riso sono quindi concessi, meglio se integrali. Il condimento ideale è rappresentato da verdure cucinate in modi non particolarmente grassi ed elaborati: zucchine, melanzane, pomodori, carciofi, ecc. Si può abbinare un contorno di verdure senza pane.

A metà pomeriggio è bene fare un secondo spuntino, preferibilmente a base di frutta. In alternativa, uno snack dietetico può andare bene.

Infine, a cena è meglio evitare i carboidrati, prediligendo invece le proteine: carne, pesce, uova, legumi, sempre in abbinamento ad un contorno di verdure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *