Sindrome premestruale

Le donne, molto spesso già complicate e particolari di per se, possono divenirlo ancora di più nel periodo antecedente il manifestarsi del flusso mestruale, a causa della rinomata “sindrome mestruale”. Per gestire il rapporto con una donna durante questi giorni, è importante innanzitutto capire cosa succede durante questo periodo del ciclo femminile. Ad essere responsabili dei cambiamenti d’umore, ma non solo, che si manifestano in questi giorni, sono gli ormoni, ed in particolari gli sbalzi ormonali che si verificano nell’arco del ciclo mestruale: nelle prime due settimane del ciclo, sono gli ormoni estrogeni a prevalere, di conseguenza la donna sarà più tranquilla e rilassata; nelle ultime due settimane, invece, il livello di estrogeni diminuisce per dare spazio al picco di progesterone, principale responsabile di quelle alterazioni fisiche ed emotive che vanno a costituire nel loro insieme la sindrome premestruale. I sintomi fisici includono sensazione di gonfiore, cefalea, peggioramento o comparsa di acne, aumento del senso della fame, aumento di peso. I sintomi emotivi comprendono irritabilità dell’umore, depressione, diminuzione della libido, debolezza, diminuzione del livello di tolleranza e di sopportazione.

E’ importante ricordare che esistono diverse forme della sindrome premestruale, che nella sua accezione più grave può divenire fortemente invalidante, richiedendo un’adeguata terapia farmacologica.

Comunque, in questo contesto, l’obiettivo è dare delle indicazioni agli uomini su come comportarsi quando la loro compagna manifesta i sintomi tipici della sindrome. Innanzitutto dovete imparare a riconoscere la sintomatologia; questa può essere facilmente individuata da alcuni indizi: fate attenzione all’aumento della fame, alla comparsa di acne, a comportamenti insoliti, per esempio la commozione di fronte ad un film non troppo romantico o strappalacrime, ad un’irritabilità particolarmente accentuata. Se avete capito che la vostra compagna è in piena sindrome premestruale, non fateglielo notare e non fateglielo pesare. Si tratta in fondo di pochi giorni, in cui dovrete rassegnarvi a sopportare possibili crisi di nervi e risposte non proprio cortesi. Non ve la prendete, e non fatene una lite. Ricordatevi che è tutta una questione di ormoni, e che la vostra partner non ha qualche astio o qualche problema nei vostri confronti in particolare.

Se volete fornire un aiuto concreto, tenete a mente che è stato dimostrato che il consumo di cioccolato, rilasciando endorfine, migliora la sintomatologia della sindrome. Quindi, il regalo di una scatola di cioccolatini, già apprezzato di per se, lo sarà ancora di più in questi giorni “diversi”! Ovviamente, evitate se sapete che la vostra compagna è a dieta, altrimenti rischiate di peggiorare la situazione. Anche l’attività fisica contribuisce al rilascio di endorfine e quindi  migliora il tono dell’umore.

Se la sindrome premestruale risulta particolarmente fastidiosa, potete consigliare alla vostra compagna l’uso costante di magnesio, che può essere utile nel ridurre gradualmente la gravità della sintomatologia. Dimostrerete così di essere informati e interessati all’argomento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *