Look da università

Primi periodi universitari, realtà diverse, nuovi compagni, diverse materie, perché a tutte queste novità non abbinare un look innovativo?

All’università le ragazze possono permettersi di osare di più rispetto al liceo, per quanto concerne l’abbigliamento. Ovviamente, se vogliono.
Se al liceo vi è mancata la possibilità di sfoggiare camicette più eleganti o jeans particolarmente attillati, se avreste tanto voluto indossare un paio di scarpe con il tacco, ma vi siete sempre sentite (giustamente) eccessive e fuori luogo in una scuola superiore, è arrivato il momento della riscossa!
All’università via libera a camicette, pantaloni più eleganti, e, perché no, ai nostri amati tacchi! Non parliamo ovviamente di un tacco a spillo 12, ma piuttosto di un tacco 6-7 cm, abbastanza largo, che ci consenta di slanciarci ma ci lasci comode, perché l’ambiente universitario è spesso caotico e frenetico, cambio di aula a ogni ora, ricerca di libri e di professori introvabili, per non parlare degli interminabili tragitti sui mezzi pubblici.

Continua a leggere

Romanticismo, sí o no?

I gesti romantici non sono sempre apprezzati da tutte le donne. Le serenate, le rose rosse il giorno dell’anniversario, il messaggio del buon giorno, l’uomo che con galanteria apre la portiera alla sua compagna o che paga il conto: alcune donne quasi lo pretendono, altre lo detestano e considerano alcuni gesti quasi come una mancanza di rispetto nei confronti della donna e della parità dei diritti tanto difficilmente guadagnata. Ora, come possono gli uomini capire il tipo di donna con cui hanno a che fare? Come comportarsi al primo appuntamento?

Il consiglio è quello di comportarsi in modo abbastanza neutrale sotto questo punto di vista durante le prime uscite, facendo sempre molta attenzione alla reazione della donna a determinati comportamenti, valutando anche il linguaggio non verbale: se, ad esempio, le aprite la portiera e lei fa una smorfia, è probabile che non lo gradisca. Un sorriso è invece un segno di approvazione e di apprezzamento. Per quanto riguarda il pagare il conto, particolare attenzione! Proponete sempre di pagare voi, per evitare errori! Se la ragazza dice che vuole pagare lei, di nuovo attenzione! Potrebbe essere una strategia per mettervi alla prova, e verificare che non vi siate offerti di pagare così, “tanto per”.. Quindi insistete, ma non troppo, altrimenti rischiate che la donna si senta offesa. Offritevi di pagare il conto almeno una seconda volta, sottolineando che ci tenete e vi fa piacere, ma se la ragazza insiste sul fatto di voler pagare per conto suo, assecondatela.

Continua a leggere

“Tu non mi capisci”

Quante volte la donna si lamenta nei confronti del suo compagno con la fatidica frase “tu non mi capisci”?
Che l’uomo molto spesso non riesca a comprendere la donna è un fatto appurato, che dipende dalla diversa modalità di ragionamento nei due sessi.
L’ippocampo maggiormente sviluppato nella donna favorisce la memoria e ottimizza concentrazione e attenzione.
La corteccia parietale piú estesa del cervello maschile gli consente di difendersi in modo piú efficace da attacchi esterni. 

Le parole, i dettagli, l’empatia, il linguaggio non verbale sono fondamentali per la donna, le consentono di esprimere a pieno la sua personalità e i suoi sentimenti.

Per gli uomini è diverso. Gli uomini si approcciano in modo diverso alle emozioni e ai sentimenti. Non perché non ne provino, ma perché, nella maggior parte dei casi, preferiscono non esternarli, o, comunque, li esternano in modo radicalmente diverso rispetto alle donne.

Quindi, per prima cosa, noi donne dovremmo ricordare che gli uomini, spesso, non ci capiscono non perché non si applichino, ma perché per loro i nostri ragionamenti e il nostro modo di gestire e affrontare determinate situazioni sono lontani anni luce. Quindi, siate clementi nei confronti del vostro compagno, non reagite con rabbia se lui “non vi capisce” ma, piuttosto, cercate di porre la questione sotto un’altra luce, spronandolo a comprendere come ragioniamo noi donne.

Continua a leggere

Prendersi cura della pelle grassa o acneica

Premettendo che l’acne è una patologia vera e propria, che necessita di un apposito trattamento medico, che varia a seconda delle cause che l’hanno scatenata, se il problema non è grave e si riduce a qualche sporadico brufolo, punti neri e pelle tendenzialmente grassa, alcuni piccoli accorgimenti possono essere utili per migliorare o risolvere la problematica.

Molto spesso quando si soffre di pelle grassa si cade nell’errore di utilizzare prodotti particolarmente aggressivi il cui obiettivo è quello di seccare la pelle.  Frequentemente tuttavia, con questi prodotti, si ottiene l’effetto contrario, perché le ghiandole sebacee reagiscono producendo ancora più sebo come difesa. È quindi fondamentale ricordare che anche la pelle grassa necessita di un’adeguata idratazione quotidiana. Ovviamente è opportuno utilizzare creme prive di oli, adatte alle pelli grasse o miste. Fortemente consigliati anche i prodotti idratanti in gel, freschi e leggeri, ideali per questo tipo di pelle. Fondamentale è anche la detersione del viso, che deve avvenire mattina e sera. La mattina è importante per rimuovere le sostanze accumulate durante la notte, che potrebbero ostruire i pori e portare alla formazione dei fastidiosi punti neri. La sera è necessario pulire accuratamente il viso per rimuovere tutto il trucco. Anche se non vi truccate, è importante eseguire la pulizia del viso per rimuovere tutti i residui accumulati durante la giornata.

Continua a leggere

Trucco smokey eyes

Il trucco smokey eyes è un trucco per occhi realizzato con il semplice utilizzo degli ombretti.

È un trucco che nasce per la sera, e che conferisce una certa profondità e seduzione agli occhi, rendendoli anche otticamente piú grandi.

Il tipico smokey eyes per la sera viene realizzato con l’utilizzo di ombretti scuri, sui toni del grigio/nero. Il colore piú scuro, quindi in questo caso il nero, verrà applicato all’angolo esterno dell’occhio, mentre quello piú chiaro viene utilizzato per la parte piú interna. L’ombretto puó essere applicato in piccole quantità anche al di sotto degli occhi, soprattutto se realizziamo un trucco per la sera.

Tuttavia, utilizzando i colori e gli accorgimenti adatti, lo smokey eyes è un trucco che può essere realizzato anche per il giorno.

Continua a leggere

French manicure

Ecco come realizzare una french manicure un po’ diversa, a metà tra il classico e l’alternativo, partendo da una tecnica standard e aggiungendo qualche piccola decorazione a piacere.

Materiale:

1)Smalto bianco per realizzare la french manicure; se la avete, è più facile lavorare con le apposite “penne smalto”, che consentono un lavoro più rapido e più preciso

2)Smalto bianco o rosato da passare su tutta l’unghia dopo aver applicato lo smalto french sulla punta delle unghie. In alternativa si può usare anche direttamente lo smalto trasparente, se volete che l’effetto french sia più preponderante

3)Smalto trasparente, da stendere sopra lo smalto bianco / rosato o direttamente sopra lo smalto french

Per le decorazioni:

4)Stuzzicadenti (o strumenti appositi, se ne avete)

5)Smalto colorato a piacimento Continua a leggere

Agli studenti o futuri studenti di infermieristica…

Ai futuri studenti di infermieristica..

Non intraprendete questo percorso se non ve la sentite fino in fondo, se lo fate solo perchè vi cullate nell’illusione di un posto di lavoro assicurato in soli tre anni, se non siete disposti a sacrificarvi, almeno in parte, per aiutare il prossimo, se non siete in grado di rinunciare a domeniche, Natale, Pasqua e Capodanno. Se il vostro sabato sera lo volete passare a divertirvi con gli amici, e non in reparto ad assistere i malati. Non lo fate se pensate “l’igiene del malato non mi compete, è compito delle figure ausiliarie”, perchè le figure ausiliarie non ci sono, e l’igiene del paziente rientra a pieno nelle competenze infermieristiche. Non scegliete questa professione se non siete abbastanza forti da vivere quotidianamente a stretto contatto con la sofferenza e la malattia, consapevoli del fatto che potrete trovarvi ad assistere pazienti la cui unica possibilità è la morte. E il vostro compito allora sarà accompagnare il paziente a una morte serena, ma ne sarete in grado? Continua a leggere

Idee per rivisitare la classica coda bassa

La coda bassa è senz’altro l’acconciatura piú semplice e piú pratica da realizzare in qualunque occasione, per andare in palestra, quando abbiamo poco tempo al mattino, quando abbiamo i capelli sporchi o semplicemente quando abbiamo bisogno di tenere i capelli lontani dal viso.

Per rendere questa pettinatura diversa dal solito e adatta anche alla sera, possiamo ricorrere a dei semplici trucchi, che ci consentiranno di realizzare diverse versioni della coda bassa, piú eleganti e chic. Continua a leggere

Olio di ricino per ciglia lunghe e forti

Notando negli ultimi tempi un’aumentata caduta delle ciglia mentre mi struccavo, ho deciso di ricorrere a uno degli oli principalmente utilizzati per la bellezza di ciglia e capelli: l’olio di ricino, che utilizzo da solo o combinato con un po’ di olio di oliva, noto per le spiccate proprietà nutritive. Il prodotto puó essere applicato con un cotton fioc o con lo scovolino di un vecchio mascara accuratamente pulito. Pulire lo scovolino del mascara è semplice, ma puó risultare complicato rimuovere ogni residuo dal contenitore. Vi consiglio, se possibile, di rimuovere la guarnizione del contenitore, la pulizia sarà molto piú semplice. Usate acqua calda e sapone ( io ho usato quello per i piatti ). Una volta pulito perfettamente scovolino e contenitore, versate l’olio di ricino, in quantità adeguate, nell’ex mascara. Se non riuscite a pulire il contenitore, potete in alternativa lasciare l’olio di ricino nella sua bottiglietta originaria, e applicarlo con lo scovolino, avendo cura di riporlo in un posto pulito e al riparo dalla polvere.

Continua a leggere

Rinforzante naturale per unghie

Ho provato questo rinforzante naturale per le unghie dopo aver rimosso la ricostruzione unghie, tenuta per circa due mesi, che mi aveva lasciato unghie sottili, fragili, sfaldate e anche con evidenti e antiestetiche macchie rosse. Ho provato a tenerle senza smalto, con il rinforzante, corte, piú lunghe, ma benchè la situazione migliorasse leggermente, le mie unghie non erano ancora tornate belle, forti e luminose come prima. Visto che i prodotti “artificiali” non funzionavano, ho pensato di ricorrere a rimedi naturali e fai da te. Il migliore che ho provato è stato questo, che concilia le proprietá sbiancanti e rinforzanti del limone con quelle nutrienti dell’olio di oliva. È necessario:

Continua a leggere