La tendenza smalti per la primavera estate 2014

Le tonalità pastello non solo si rendono protagoniste del make up, ma colorano anche le nostre mani, o meglio le nostre unghie: per questa primavera estate 2014 sono proprio gli smalti dalle tonalità pastello ad essere di tendenza.

Queste tonalità spaziano dal rosa, all’azzurro, al verde, al viola, all’ocra. 

palette-cromatiche-color-pastello

Gli smalti di questi colori sono abbastanza semplici da indossare, perchè, a differenza delle tonalità molto scure come il bordeaux, non mettono in evidenza le imperfezioni, ma anzi, le camuffano. Bisogna tuttavia tenere in considerazione che, mentre gli smalti scuri sono adatti anche alle unghie molto corte, quelli pastello si addicono meglio alle unghie lunghe almeno qualche millimetro.

Una delle ultime tendenze nel campo della nail art consiste nell’applicare lo smalto pastello su quattro unghie, decorando la rimanente -in genere, ma non per forza, l’anulare- con brillantini argentati, dorati o colorati.

image (6) image (4)

 

Per stendere correttamente lo smalto si parte con una pennellata centrale, e si completa con due laterali. Lasciare una piccola parte delle unghie, da entrambi i lati, priva di smalto è utile per conferire alle unghie un aspetto slanciato e allungato.

Per applicare i brillantini, si può stendere uno smalto trasparente e, prima che si asciughi, tamponare sull’unghia i brillantini con un apposito pennello a ventaglio, oppure immergere direttamente il dito nel contenitore delle decorazioni. Dopo di che, stendere un’altra passata di smalto trasparente.

Per evitare che lo smalto macchi le unghie naturali, è bene stendere lo smalto trasparente su tutte le unghie, prima di applicare lo smalto colorato. Questo vale soprattutto per le tonalità molto scure, soprattutto il rosso, che tende a macchiare le unghie di giallo, ma anche per le tonalità più chiare. Infine, per rendere più lucido lo smalto e per prolungarne la durata, è utile completare il tutto con un’ultima passata di smalto trasparente.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *