Il sentiero dei profumi

Il sentiero dei profumi rappresenta l’esordio di Cristina Caboni. L’opera nasce dall’esperienza diretta di vita dell’autrice, che vive da sempre circondata da piante e fiori, avvolta dai profumi della natura. Il libro, completato nel dicembre 2012, viene letto dalle case editrici straniere già dall’estate 2013, mentre, in Italia, è Garzanti che se lo aggiudica dopo un’accesa asta.
Nell’ottobre seguente, i diritti del libro vengono venduti in tutta Europa prima ancora della pubblicazione. Il sentiero dei profumi giunge finalmente sugli scaffali delle librerie italiane nel maggio 2014.

Elena ha ventisei anni e vive a Firenze. Ha deciso di abbandonare il tradizionale mestiere di profumiera, che si tramanda tra le donne della sua famiglia da intere generazioni, per la paura di esserne assorbita completamente, come è accaduto a molte delle sue antenate, prima tra tutte la nonna Lucia.
Eppure il destino trova modo di farsi strada nella sua vita, e la conduce a Parigi, dove i profumi si creano ancora secondo le antiche usanze e tradizioni, e dove Elena può esprimere a pieno la sua arte, che non l’ha mai abbandonata, ha sempre fatto parte di lei, si è conservata nell’angolo più caldo della sua anima. Parigi la riporta sul sentiero dei profumi, e sul sentiero dell’amore, che la giovane donna trova tra le braccia di Cail.
Elena, grazie alla sua arte e alla sua passione, forte dell’amore di Cail e della felicità finalmente conquistata, troverà la forza di affrontare le difficoltà che la vita le pone davanti e la capacità di far pace con il dolore più grande del suo passato.

La scrittura della Caboni è semplice e chiara, lineare, pulita, ma allo stesso tempo travolgente e passionale. Il profumo viene presentato non come un semplice accessorio, ma come un’estensione dell’io, della personalità di chi lo indossa, come il modo più diretto per comunicare con l’anima delle persone; è un filo diretto, che non viene alterato da nessun’ altra percezione; punta dritto al cuore.
La storia di Elena è l’emblema di come, prima o poi, l’appuntamento con il destino vada rispettato. La protagonista racchiude in sè una grande forza, tipicamente femminile, ma la sprigiona solo quando si dedica alla sua vera passione: la profumeria. Perché tutti abbiamo bisogno di dedicarci a ciò che amiamo davvero per essere felici e trovare il coraggio di affrontare gli ostacoli che ci troviamo davanti in quel percorso chiamato vita.
Il sentiero dei profumi è un’opera che mixa sapientemente romanticismo e coraggio. In primo piano la forza preponderante del destino che arriva dritta al cuore come il meraviglioso profumo della protagonista. Un libro sensibile che tocca gli angoli più reconditi dell’animo umano, che abbraccia il lettore in una sorta di confortante conferma: seguire le proprie passioni e il proprio cuore è la strada più diretta per la felicità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *