Brufolo dell’ultimo minuto: come rimediare

Siete pronte per un importante appuntamento, i capelli sono in piega, avete messo quel vestito che tanto vi piace, ma… proprio poche ore prima di uscire vi rendete conto che c’è un brufolo piuttosto evidente che ha deciso di prendere parte con voi all’appuntamento! In casi del genere, l’istinto ci suggerisce di spremere immediatamente il malefico brufolo, ma questa mossa è assolutamente da evitare, perché, anche nel migliore dei casi, rimarrà comunque evidente un rossore e una crosticina, che sarà difficile da coprire con fondotinta e correttore. È meglio, quindi, lasciare intatta la cute, perché in questo modo sarà molto più semplice camuffare l’imperfezione con i cosmetici, ed eviteremo il rischio di espandere l’infezione in altre aree del viso.
L’obiettivo che dobbiamo prefissarci è quello di sgonfiare il brufolo e ridurre anche leggermente il rossore provocato dall’infiammazione, rendendoci comunque conto che far sparire la lesione in poche ore è impensabile.
I rimedi semplici e veloci per ridurre l’aspetto del brufolo sono diversi, e ognuno può essere più o meno efficace in relazione al nostro tipo di pelle. Di seguito elencherò alcuni di questi rimedi, corredati di vantaggi e svantaggi, ovviamente in relazione alla mia personale esperienza e al mio tipo di pelle, che è tendenzialmente mista.

Ghiaccio
Questo è un rimedio davvero pratico e veloce, che io trovo molto efficace soprattutto per quei brufoli sotto pelle, duri e gonfi e, in alcuni casi, anche piuttosto dolorosi. Il ghiaccio, in questo caso, è utile perché riduce sia il gonfiore, sia il rossore, sia il dolore, impedendo al brufolo di emergere in superficie. Il cubetto di ghiaccio va avvolto in un panno, perché il contatto diretto con la cute può danneggiarla, dopo di che va applicato sulla zona interessata per circa due minuti. Togliete il ghiaccio per circa 30 secondi, poi applicatelo per altri due minuti.
Vantaggi: praticità, semplicità, efficacia.
Svantaggi: sui brufoli già spuntati non è molto valido, può sensibilizzare la cute.

Tea tree oil
Il tea tree oil, cioè l’olio essenziale dell’albero del tè, è un prodotto che ognuno di noi dovrebbe avere sempre in casa, perché è utile per molteplici affezioni: brufoli, herpes, dermatiti, mal di gola. Questo prodotto è infatti un antibatterico naturale molto efficace. Se vogliamo usarlo su un brufolo imprevisto, bisogna applicarne poche gocce su un cotton fioc, e tamponare quest’ultimo sulla lesione, una o due volte al giorno.
Vantaggi: è un prodotto totalmente naturale, reperibile in qualunque erboristeria. Contribuisce a sgonfiare il brufolo e a seccarlo in pochi giorni.
Svantaggi: tende a seccare anche la cute circostante alla lesione, perciò va usato con cautela sulle pelli secche e sensibili. L’odore è abbastanza sgradevole.

Aspirina
Il principio attivo dell’aspirina è l’acido acetil salicilico, uno dei prodotti maggiormente utilizzati nella cura dell’acne. Quindi, l’aspirina può essere utile per sfiammare una lesione acneica: prendete una compressa di aspirina e polverizzatela. Versate la polvere in una tazzina e aggiungete uno o due cucchiaini di acqua fino ad ottenere un composto omogeneo e cremoso, che potrete facilmente applicare sul brufolo. Tenete il composto in posa per circa 15-30 minuti. Sciacquate con abbondante acqua tiepida.
Vantaggi: è un rimedio di facile attuazione, efficace nella maggior parte dei casi.
Svantaggi: eventuale ipersensibilità o allergia al principio attivo.

Argilla
L’argilla verde è uno dei prodotti maggiormente usati per risolvere il problema delle imperfezioni cutanee, in quanto purifica la pelle in profondità rendendola morbida e luminosa. Chi ha una pelle grassa, con tendenza alle imperfezioni, dovrebbe ricorrere ad una maschera all’argilla circa una volta a settimana. L’argilla in polvere si trova in erboristeria, ma possiamo trovare maschere all’argilla già pronte da applicare anche nei grandi supermercati. Il composto va tenuto sulla lesione per circa 15-30 minuti.
Vantaggi: è un rimedio del tutto naturale, che puó essere usato anche in modo continuativo.
Svantaggi: può essere troppo aggressiva per la pelle secca e sensibile. In questo caso, è meglio ricorrere all’argilla bianca, comunque efficace ma meno aggressiva rispetto a quella verde.

Limone
Il limone è un naturale antibatterico, astringente, e schiarente. Io lo trovo un rimedio molto efficace per quei brufoli che sono ormai maturi, quindi che sono già emersi in superficie con la classica cupola bianca. Spremete quindi mezzo limone, imbevete del suo succo un dischetto o un batuffolo di cotone e tamponatelo sull’imperfezione. Lasciate che si asciughi per circa 15-30 minuti, dopo di che risciacquate il viso con acqua fredda.
Vantaggi: è un rimedio del tutto naturale, molto efficace sui brufoli già spuntati. È utile anche per prevenire la comparsa di altre imperfezioni, grazie all’effetto astringente, e per ridurre l’aspetto delle macchie, grazie al potere schiarente.
Svantaggi: può bruciare leggermente e seccare la cute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *