Albuca Spiralis

L’Albuca Spiralis è una delle piante succulente che mi ha fatto tornare fiducia nella possibilità di coltivare questo tipo di piante senza ucciderle.

Infatti, il mio appartamento presenta un tasso di umidità piuttosto elevato, superiore quasi sempre al 50%, e se questo è un bene per le piante tropicali, è assolutamente dannoso per i cactus e le piante grasse. Infatti, molti cactus che nel tempo ho provato a coltivare sono inesorabilmente marciti, complice anche la mia difficoltà nel regolare le irrigazioni.

Albuca Spiralis, gennaio 2022

Tuttavia, ci sono alcune piante succulente che invece, pur soffrendo moltissimo i ristagni idrici, apprezzano una buona umidità ambientale. Tra queste, proprio l’Albuca Spiralis, che mi è stata regalata come omaggio in occasione dell’apertura, qualche mese fa, di un vivaio vicino casa, “Palma Piatta”, zona San Giovanni. Se volete saperne di più –> https://romatropicale.com/2022/02/18/negozio-di-piante-a-roma-palma-san-giovanni/

L’Albuca Spiralis è una pianta bulbosa, caratterizzata da foglie allungate che si diramano dal bulbo centrale allungandosi verso l’alto e, nella parte finale, si arricciano.

Luce e Acqua 

Albuca spiralis, aprile 2022

Questa piantina molto graziosa e particolare, ha bisogno di tanta luce, anche diretta, e di innaffiature regolari durante il periodo di crescita. A differenza delle altre piante grasse, la fase vegetativa dell’Albuca Spiralis avviene nel periodo invernale. Pertanto, è proprio durante la stagione invernale che la pianta avrà bisogno di più luce e di irrigazioni più frequenti. Ad ogni modo, essendo una pianta bulbosa e quindi presentando un rischio di marciume molto alto in caso di irrigazioni eccessive, io spesso mi limito a nebulizzare sia la piantina sia il terreno, con più frequenza nel periodo di crescita. Potete accorgervi che la pianta ha bisogno di essere innaffiata se notate che le foglie tendono ad afflosciarsi, ricadendo verso l’esterno. Durante il periodo di riposo vegetativo, che generalmente si verifica dopo la fioritura, in primavera inoltrata, la piantina dovrebbe far cadere tutte le proprie foglie. Le irrigazioni andranno a questo punto sospese quasi del tutto e l’Albuca andrà spostata in una posizione ombreggiata. Solo quando, in autunno, vedremo spuntare nuovamente le foglioline dal bulbo, procederemo a collocare la pianta in una zona più luminosa, riprendendo gradualmente le irrigazioni.

Fioritura 

Nonostante la particolarità dell’Albuca siano senza ombra di dubbio le foglie ricciolute, questa piantina produce anche dei fiori molto graziosi, generalmente in primavera, prima di entrare in riposo vegetativo.

Curiosità

Albuca spiralis, fioritura

Possiedo la mia Albuca solo da quest’inverno, perciò non è ancora mai entrata in riposo vegativo. Diverse persone che la possiedono, però, mi hanno confessato che la loro Albuca, tenuta in appartamento, non va mai in riposo vegetativo. In questo momento la mia è in piena fioritura, perciò terminata questa fase dovrebbe in teoria iniziare a far cadere le foglie…

Se ne avete una, fatemi sapere se la vostra è solita entrare in riposo vegetativo oppure no!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *